CONSIGLIO COMUNALE RAGAZZI

La Scuola secondaria di primo grado dell’I.C.“A. Volta” da anni porta avanti il progetto Consiglio Comunale ragazzi e ragazze che si pone come un quadro di interventi a supporto della qualità dell’insegnamento secondo metodologie innovative.

E' un'esperienza di EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA, che promuove la PARTECIPAZIONE e aiuta i ragazzi a sentirsi cittadini, collaborando con  compagni e adulti.

Il percorso programmatico mira a sviluppare negli alunni una coscienza civica che permetterà loro di conoscere, comprendere, valorizzare e tutelare l’ambiente di appartenenza e a favorire la promozione dei diritti, lo sviluppo delle potenzialità dei ragazzi attraverso la loro partecipazione diretta  alle istituzioni  e l’assunzione, anche se limitata, di  piccole responsabilità.

 I concetti chiave: vita comune, diritti, doveri e regole comunitarie.

Dal punto di vista educativo il percorso ha come obiettivi principali: la costruzione dell’appartenenza attraverso la conoscenza e l’interazione con la realtà del proprio territorio, lo sviluppo della capacità di interazione tra giovani attraverso un “fare insieme” dotato di senso e ricco di impegno sociale, la partecipazione attiva dei ragazzi nella definizione delle politiche elaborate dall’amministrazione rivolte a giovani e minori.

Nel suo sviluppo, il gruppo del CCRR si è sempre configurato come un soggetto interlocutore della scuola ai fini dell’ampliamento della vita democratica dell’istituto. 

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è la sede dove i ragazzi elaborano proposte per migliorare la città in cui vivono, per esprimere le loro opinioni, per confrontare le loro idee e per discutere liberamente nel rispetto delle regole.

Esso è inoltre il luogo dove si parla, si pensa, si sbaglia, si impara,  si discute,  dove formazione e progettualità si incontrano in maniera naturale.

Tenendo fede alla nostra mission, l’istituto con tale progettualità porta avanti l’obiettivo di promuovere la “cittadinanza attiva” tra i giovani proprio nella scuola, il luogo deputato a promuovere il pieno sviluppo della persona umana e a costruire un anello che vuole saldare la responsabilità individuale a quella sociale: l’io e il noi.

Al fine di trasformare l’apprendimento in una duratura e utile esperienza di vita, si cerca di offrire agli alunni opportunità, occasioni, stimoli per promuovere la consapevolezza di sé, favorendo lo sviluppo di un pensiero critico e divergente. Si fa riferimento costante alla metodologia della Ricerca-azione, per rendere gli alunni autonomi e protagonisti del loro processo formativo. Verrà favorita la dimensione comunitaria dentro e fuori la scuola nelle sue molteplici componenti: Comune di Taranto, Provincia, Regione Puglia, amministratori, polizia postale, questura, associazioni ambientaliste, genitori, giornalisti e medici. Fortemente caratterizzante è la metodologia dell’apprendimento cooperativo e laboratoriale affiancando al sapere il saper fare, perché permettere ai ragazzi di progettare e sperimentare è il modo migliore per dimostrare che crediamo sempre nelle loro capacità. Il lavoro laboratoriale stimola le capacità creative e di problem- solving degli studenti in ambienti operativi che diventano palestre di innovazione.

Tante le tematiche scelte che verranno  approfondite dai ragazzi: disastro ambientale, incontro con gli amministratori per parlare di ambiente, migliorare gli ambienti scolastici, mare-turismo-lavoro, bullismo e cyberbullismo. 

Condizione necessaria affinché il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi possa nascere e svilupparsi su un territorio è che ci sia un gruppo di adulti ”sensibili”  che creda nel progetto come strumento di cambiamento della realtà; che creda nei ragazzi e li veda come soggetti ricchi di risorse e di idee importanti  utili per questa trasformazione; che lavori non solo per loro ma con loro.

La realizzazione del CCRR sarà sostenuta da un’équipe di adulti che sono rappresentativi di realtà differenti: la scuola, il Comune (tecnici e politici), eventuali agenzie educative del territorio. E’ questo gruppo che, con le sue specificità e la sua conoscenza del territorio e con il contatto col  mondo dei ragazzi, dentro e fuori la scuola, dà solidità e significato al progetto.

Per avvicinare i ragazzi alle istituzioni non c’è niente di meglio che fargliele  conoscere direttamente. Così i ragazzi del CCRR il 12 marzo 2020 visiteranno il  Consiglio regionale della Puglia, dopo un incontro con gli amministratori del comune di Taranto.

I giovani, coordinati dalle docenti Prof.ssa Corrado Liliana e Prof.ssa Leggieri Antonella, con molto interesse si sono fatti prendere per mano e sono entrati in quella dimensione fondamentale per crescere come persone e come cittadini, mettendo in pratica i valori propri della democrazia.
È proprio il caso di dire che gli studenti dell’istituto si connettono  alla legalità e alla democrazia e lo faranno insieme agli altri soggetti del territorio, che renderanno il “CCRR” una lezione applicata e “compito di realtà” per un apprendimeno efficace e autentico.

Prof.ssa Liliana Corrado

Si pubblica in allegato la Circolare N° 149 del 03/02/2020 - CoronaVirus indicazioni dal Ministero della Salute

Circolare Ministero della Salute contenente indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina - 0003187-01/02/2020-DGPRE-DGPRE-P

LO SPETTACOLO ANDRA' IN REPLICA, SEMPRE AL TEATRO FUSCO, IL GIORNO 8 GENNAIO 2020

Sesta edizione del progetto nazionale “Libriamoci Giornata di lettura nelle scuole”

Da lunedì 11 a sabato 16 novembre  si terrà la sesta edizione  di “Libriamoci. Giornata di lettura nelle scuole”, iniziativa  nazionale promossa  dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e dalla Direzione Generale per lo Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.Nell’ambito della suddettoprogetto,  in perfetta continuità    con #ioleggo perché, gli alunni delle classi 3^A  e 3^I, coordinati dalle   docenti  Tanese, Santoro e Urago,  il giorno 13 novembre alle ore 9:05  si ritroveranno nell’Aula Magna del plesso “A. Volta”per leggere ad alta voce   alcune pagine tratte dal libro”Per questo mi  chiamo Giovanni” di Luigi Garlando.

Si comunica che l’attività di lettura ad voce in cui  saranno coinvolti  gli alunni delle classi  3^A e 3^I  e  il conseguente    dibattito, organizzato dagli alunni della classe 3^ I,  previsti    per il  giorno 13 novembre,  a seguito della sospensione delle attività curriculari ed extracurriculari nella giornata del 13 novembre, come da ordinanza sindacale n. 54 del 12 novembre 2019,  si svolgeranno venerdì 15 novembre alle ore 8:05  presso l’Aula Magna.

Seguirà un dibattito,  ispirato da alcune immagini proiettate sulla LIM, in cui gli allievi potranno esprimere le proprie riflessioni relative alle tematiche emerse